10 classici per un’estate di scienza Scienza & Tech

10 classici per un’estate di scienza
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
10 classici per un'estate di scienza.

Se siete tra quelli che non possono partire per le vacanze senza una buona scorta di libri, Scienze Fanpage vuole consigliarvi per quest’estate alcuni titoli attraverso cui approfondire i nostri articoli di scienza allargando i vostri orizzonti fino a raggiungere – letteralmente – i confini dell’universo! Dieci titoli tra i più celebri classici della divulgazione scientifica che potrete trovare in ogni libreria.

Dal Big Bang ai buchi neri di Stephen Hawking

Stephen Hawking.

Dopo Einstein, Stephen Hawking è probabilmente il fisico teorico più famoso. A brief history of time, “una breve storia del tempo”, è il titolo originale di questo bestseller in Italia tradotto come Dal Big Bang ai buchi neri. E in effetti il libro, breve ma densissimo, vi condurrà per mano tra i misteri dell’universo, dalle sue origini fino alle ipotesi sulla sua fine, attraverso la teoria della gravità, la meccanica quantistica e lo studio dei buchi neri, che hanno reso Hawking uno dei massimi fisici viventi. Anche se un po’ datato (1988) rappresenta ancora la migliore introduzione ai problemi attuali della cosmologia che, nonostante i tanti anni trascorsi, sono ancora lì ad arrovellare gli scienziati. L’editore chiese a Hawking di fare a meno delle equazioni, sostenendo che ogni formula matematica in più avrebbe dimezzato le copie vendute. A oggi il libro ha venduto 10 milioni di copie ma Hawking non ha potuto fare a meno di inserire una sola equazione: E=MC2.

Il libro di fisica/Il libro di biologia di Isaac Asimov

“Il libro di fisica” di Isaac Asimov nell’ultima edizione edita da Mondadori.

In America noto come The Intelligent Man’s Guide to Science, “Guida alla scienza per l’uomo intelligente” (e naturalmente anche per la donna), questo volume che rappresenta la summa dell’opera di divulgazione scientifica di Isaac Asimov, notissimo scrittore di fantascienza e insuperato divulgatore, in Italia è reperibile in due volumi distinti. Il libro di fisica vi introdurrà alla materia partendo dall’ABC, ossia dai rudimenti che forse avrete appreso a scuola, ma spiegati finalmente in modo limpido attraverso l’affascinante storia di ogni nuova scoperta. Arriverete poi a comprendere i segreti dell’atomo, dell’energia nucleare, della gravità con un accenno ai problemi della fisica quantistica. È un eccellente testo per iniziare a scoprire il mondo della fisica, anche se va poi integrato con saggi più recenti. Il libro di biologia è ancora oggi il miglior testo di divulgazione per introdurre il lettore alla chimica organica, alla biologia dei sistemi viventi e al corpo umano. Non va dimenticato infatti che Asimov fu ricercatore di biochimica prima di intraprendere la carriera di scrittore, e il libro andrebbe consigliato a tutti coloro che intendono studiare queste materie.

Il pollice del panda di Stephen J. Gould

Ci sono due modi per iniziare a capire come funziona l’evoluzione. O leggere i due classici di Darwin, L’origine della specie e L’origine dell’uomo, o affidarsi a Stephen J. Gould, che nel campo dell’evoluzionismo resta il maestro insuperato. E prima di avvicinarvi alla Bibbia della materia, La struttura della teoria dell’evoluzione, con le sue migliaia di pagine, il consiglio è di scoprire le teorie di Gould partendo dal suo bestseller Il pollice del panda: si tratta di una serie di brevi saggi di divulgazione pubblicati prima sulla celebre rivista “Natural History” e poi rivisti per spiegare al grande pubblico in un solo, breve e agevole volume perché gli studi sull’evoluzionismo sono ben lungi dal concludersi e promettono ancora molte entusiasmanti scoperte. E se volete scoprire perché il pollice del panda è una prova così importante per la teoria evolutiva da essersi meritato il titolo del libro, non vi resta che leggerlo!

La mente nuova dell’imperatore di Roger Penrose

Sir Roger Penrose.

Se quest’estate volete cimentarvi con una vera sfida, non potete esimervi dall’affidarvi a Sir Roger Penrose. Il grande fisico e matematico di Oxford ha riversato in questo libro non leggerissimo ma nemmeno impossibile il “top” della sua ricerca teorica nel campo della fisica e del cognitivismo. Penrose è stato tra i primi studiosi ad applicare le leggi della fisica allo studio della mente umana, avanzando incredibili teorie sui meccanismi quantistici che avvengono nel nostro cervello e spingendosi a sostenere che per questo nessun’intelligenza artificiale eguaglierà la mente dell’essere umano. Per raccontarvi tutto questo, Penrose vi introdurrà anche ad alcuni dei più avanzati concetti della fisica e della matematica e – udite udite – lo farà anche attraverso qualche equazione. Ma concludere la lettura di questo libro vi aprirà nuovi, inaspettati orizzonti della conoscenza (e poi forse potrete avvicinarvi alla Bibbia della fisica, La strada che porta alla realtà, sempre di Penrose: una sfida ancora più dura!).

I bottoni di Napoleone di Penny Le Couter e Jay Burreson

Tra tutte le materie scientifiche, la chimica è forse la più sfortunata. Piace davvero a pochi e sembra così sterile da risultare per alcuni ancora più ostica della matematica. Se siete pronti a ricredervi, non vi resta che leggere I bottoni di Napoleone, il più recente tra i libri che vi proponiamo, già divenuto un classico. Partendo dalla constatazione che una cattiva scelta del materiale per fabbricare i bottoni che dovevano chiudere le divise dei soldati francesi durante la campagna di Russia del 1812 fu tra le cause della sconfitta di Napoleone, i due autori dimostrano come la chimica abbia avuto un ruolo non indifferente nel determinare il corso della storia. Un approccio originalissimo alla chimica che, attraverso tanti interessanti aneddoti, conduce il lettore a scoprire come alcune molecole hanno cambiato il nostro mondo.

Il gene egoista di Richard Dawkins

Richard Dawkins.

Noto per le sue polemiche prese di posizione a favore dell’ateismo, Dawkins è anche un brillante divulgatore. Biologo e studioso dell’evoluzionismo spesso in polemica con Gould, nel suo famosissimo bestseller Il gene egoistafornisce un’incredibile chiave di lettura della vita. Non è l’individuo o la specie il soggetto della selezione naturale, ma il gene: all’interno del nostro DNA, i geni si adattano all’ambiente circostante e “usano” i corpi di cui sono ospiti come semplici macchine per garantirsi la riproduzione e la loro sopravvivenza in eterno. Per questo sono egoisti. Leggere l’evoluzionismo dal punto di vista della genetica permette di risolvere numerosi problemi ma fornisce un quadro che, per noi esseri umani, potrebbe rivelarsi piuttosto sconcertante.

La fisica di Star Trek di Lawrence Krauss

Oggi Star Trek non è più un fenomeno di culto come lo era alcuni anni fa, ma leggere questo saggio di uno dei più brillanti fisici americani resta un’esperienza divertente e stimolante. Krauss prende sul serio la fantascienza di Star Trek, dal teletrasporto ai replicatori di cibo, dai ponti ologrammi dove giocare in un’immersione virtuale totale alla velocità curvatura che permetterebbe di superare il limite della velocità-luce. Un’imperdibile introduzione alla fisica più esotica senza dimenticare le basi, da Einstein alla meccanica quantistica, spiegate attraverso gli esempi del telefilm di fantascienza più famoso del mondo. Potrebbe anche essere un buon modo per tornare ad affezionarvi alle avventure dell’astronave Enterprise!

L’universo elegante di Brian Greene

Pubblicato nel 1999, questo libro del fisico americano Brian Greene è stato uno dei pochi saggi di divulgazione scientifica ad aggiudicarsi una nomination al Premio Pulitzer, nonostante affronti il più complesso dei problemi della moderna fisica: le stringhe. La teoria delle stringhe – o teoria delle corde – afferma che i componenti ultimi della materia sono corde minuscole che vibrano in continuazione all’interno di ben 10 dimensioni. Accreditatasi come possibile “teoria del tutto”, promette di far andare d’accordo la teoria della gravità con la meccanica quantistica, sempre che qualcuno riesca a capire esattamente come funzionino le stringhe e la complessa matematica che le sottende. Ma Greene sembra avere le idee chiare e, alla fine di questo meraviglioso viaggio che vi attende, vedrete anche voi un po’ più chiaro e forse vi convincerete – come l’autore – di essere vicini a scoprire il segreto dell’universo.

L’anello di Re Salomone di Konrad Lorenz

Konrad Lorenz nella celebre immagine di copertina del suo “L’anello di Re Salomone”.

Senz’altro vi ricorderete di Lorenz come dell’uomo con la barba sempre accompagnato da un piccolo gruppo di oche convinte di seguire la loro mamma. E forse vi stupirà sapere che per quel fatto Lorenz vinse anche il premio Nobel. Si chiama imprinting ed è uno dei più affascinanti meccanismi dell’etologia. Se volete scoprire i segreti del mondo degli animali, non vi resta che immergervi nella lettura di questo meraviglio saggio di molti anni fa (1949), il primo a spiegare finalmente al grande pubblico il linguaggio e il comportamento degli animali, tra cui cani e gatti. Se poi scoprite che l’etologia fa per voi, non perdetevi i libri di Danilo Mainardi, il più grande etologo italiano.

Dio e la nuova fisica di Paul Davies

Davies è senz’altro il più coraggioso tra i moderni divulgatori scientifici. Nei suoi bestseller, tra cui questo irrinunciabile Dio e la nuova fisica, l’autore – fisico teorico con interessi nella biologia e nella filosofia – dimostra come la “nuova fisica” emersa con prepotenza negli ultimi decenni sia molto vicina a rispondere alle grandi domande dell’esistenza: Com’è nato l’universo? Cos’è il tempo? Esiste l’anima? E, soprattutto, esiste Dio? Attraverso una corsa mozzafiato tra cosmologia e fisica quantistica, Davies vi dimostrerà una volta per tutte – qualora abbiate ancora dubbi – quanto possa essere eccitante la scienza moderna.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
10 classici per un’estate di scienza
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)