“Troppo bella”, donna uccisa da marito geloso


Pazzo di gelosia, la insegue e uccide per il sospetto di un suo tradimento. Le ha conficcato un paio di forbici in pieno cuore. Il dramma è successo a Palma Campania

“Troppo bella”, donna uccisa da marito geloso 1

Alessandra Sorrentino

“Era troppo bella”. Con queste parole si è giustificato l’uomo che, accecato dalla gelosia, ha ucciso la scorsa notte la moglie.

Giancarlo Giannini, operaio 35enne presso una ditta di pomodori, poco prima delle tre ha aggredito la giovane consorte con un paio di forbici piccole; la donna ha inutilmente tentato di darsi alla fuga, ma il coniuge l’ha raggiunta e le ha conficcato una paio di forbici più grandi nel petto.

Alessandra Sorrentino, casalinga di 26 anni, purtroppo non ce l’ha fatta ed è stata ritrovata in una pozza di sangue sul balcone di casa.

Inutili i tentativi dei vicini, richiamati dalle terribili urla, che hanno allertato subito le forze dell’ordine.

Il fatto è accaduto in un’abitazione di Palma Campania (Napoli), dove vivevano anche i due figli della coppia, di 4 e 6 anni, che fortunatamente non si sono resi conto di nulla nonostante dormissero nella stanza accanto.

Quando si sono svegliati sull’auto dei carabinieri la prima domanda chei piccoli hanno fatto è stata: “Dov’è la mamma?”. Ora i bambini sono stati affidati agli zii materni.

Durante l’nterrogatorio l’uomo, che aveva da pochi giorni perso la madre, ha dichiarato che era torturato dalla gelosia e sospettava un tradimento da parte della moglie. L’uomo, in stato confusionale, si trova ora in caserma.