Isaac è un uragano: gli Usa si preparano. Obama: “Pronti a evacuare” (VIDEO)

Isaac è un uragano: gli Usa si preparano. Obama:

“Ascoltate le autorità e se vi dicono di evacuare, evacuate”. Barack Obama fa arrivare alla popolazione degli stati del Sud degli Stati Uniti questo messaggio poco prima che l’Hurricane Center annunci che Isaac è stato “promosso”: da tempesta tropicale è stato dichiarato “uragano”. Dunque il pericolo c’è ed è forte per gli esperti. Sulle coste del Golfo del Messico potrebbe ripetersi quello che 7 anni fa è avvenuto per Katrina che seminò distruzione e morte radendo al suolo New Orleans.

Nelle ultime ore è cominciato a piovere a New Orleans nonostante Isaac sia ancora lontano. Pattuglie ovunque, finestre e porte sbarrate, in molti casi la gente è andata via: troppo vivide le immagini di Katrina – nel 2005 sono morte oltre 1.800 persone e sfollate migliaia – e nessuno vuole sfidare la sorte. Finora Isaac ha registrato vento fino a 70 miglia ma essendo stato classificato ora come uragano significa che ha superato le 75 miglia. Si muove molto lentamente e secondo gli esperti meteo è pericoloso poiché avrà la capacità di rovesciare enormi quantità di pioggia.

A testimonianza dell’enorme cautela e del rischio, è stato rinviato il lancio di una sonda spaziale da parte della Nasa del Radiation Belt Storm Probes e ha costretto il partito repubblicano a posticipare i suoi programmi previsti per la Convention di Tampa, a sostegno della candidatura di Mitt Romney a presidente degli Stati Uniti. Per il momento, le vittime di Isaac sono 19 da quando, nei giorni scorsi, si è originato nei Caraibi, causando la cancellazione di centinaia di voli.

Ora si prevede che Isaac si diriga proprio dalla Louisiana alla Florida, passando per il Mississippi e l’Alabama.