I copioni di Harvard: a processo 125 studenti “furbetti” Mondo

I copioni di Harvard: a processo 125 studenti “furbetti”
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
I copioni di Harvard: a processo 125 studenti

Copiare a scuola piace un po’ a tutti. Chi non ha mai ricevuto un bigliettino con le soluzione del compito di algebra o sbirciato la versione di greco dal secchione di turno? Certo, oggi i copioni si sono attrezzati con le novità in campo tecnologiche e al posto dei cari vecchi bignami basta accedere alla rete da un semplice smartphone. Ma anche quella di copiare è un’arte e bisogna saperla professare. Lo sanno bene i 125 studenti messi sotto inchiesta dalle autorità universitarie di Harvard. Già, proprio il centenario e prestigioso ateneo americano, forse il più autorevole al mondo, sicuramente per quel che riguarda le discipline umanistiche. Il “fattaccio” che non può che scandalizzare quanti per anni e anni hanno creduto ciecamente nei codici d’onori dell’università privata per la quale gli studenti arrivano a sborsare un milione di euro l’anno. Cosa è successo?  Il “copia e incolla” riguarderebbe il test finale di primavera di un singolo corso in cui sono state notate troppe “analogie” nelle risposte. Si tratta di esami svolti a casa, tanta è la fiducia negli studenti ai quali, prima di ogni altra cosa, vengono inculcati i valori della correttezza e della lealtà nei confronti di insegnanti e compagni. Harvard non ha reso noto il nome dei ragazzi sospettati, ma ha assicurato che se l’accusa infamante verrà provata, i colpevoli saranno sospesi per almeno un anno. «Questi ta comportamenti vanno condannati come assolutamente inaccettabili; un tradimento della fiducia sulla quale si basa il prestigio intellettuale di Harvard!» ha tuonato il presidente del celebre ateneo di Cambridge, Drew Faust.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
I copioni di Harvard: a processo 125 studenti “furbetti”
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)