Fibromialgia, la bestia in libertà Salute

Fibromialgia, la bestia in libertà
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email




A Roma un seminario per aiutare i fibromialgici a capirsi e farsi aiutare mentre ancora langue il Ddl 1993
Fibromialgia, la bestia in libertà 3

la sindrome fibromialgica

La proposta è di Alessandro Mahony, psicologo, presidente e fondatore della Societa’Italiana Tecniche di Meditazione (S.I.T.E.M.), autore di diverse pubblicazioni scientifiche sul tema della Fibromialgia. Seminari a Roma per i fibromialgici, “Si tratta di lezioni teorico pratiche di 3 ore.

Si svolgeranno in un appartamento privato con un massimo di 7-8 persone, per mantenere un clima intimo e informale, sabato 13 ottobre ore 9.30/12-30 e sabato 13 ottobre 15.30/18.30, e cosi lo stesso domenica 14 ottobre mattino ore 9.30/12.30 e sessione pomeridiana 15.30/18.30. Cominciamo quindi il 13 e 14 ottobre con questi gruppi per poter ripetere questi seminari almeno con un incontro al mese. Il prezzo per 3 ore è di 40 euro”.

Da ex fibromialgica e amica di Alessandro Mahony sarò presente anch’io per presentare il mio libro “La bestia sta nel corpo dell’angelo”, una sorta di diario/saggio sulla Sindrome fibromialgica e la vita di chi se la porta addosso, in quell’occasione conobbi Mahony.

Conosco bene la Sindrome e molte delle terapie attuate per contrastarla, gli chiedo quindi in cosa consistono questi seminari “In realtà è una piccola “terapia” di gruppo, anche se la parola “terapia” non si addice completamente, meglio definirle giornate di sensibilizzazione.’ rivolto ai pazienti fibromialgici per fare un po di teoria e fare tanta meditazione”.

So che molti fibromialgici leggendo la mia dichiarazione di “ex malata” hanno sgranato gli occhi increduli. Già un anno fa vi furono molte critiche appena, ad un anno dall’uscita del mio libro iniziai a dichiararmi guarita: chi diceva che mentivo, chi sosteneva che non ero mai stata malata e chi, fortunatamente, mi si avvicinava chiedendomi informazioni. Per una rapida e chiara descrizione della Sindrome Fibromialgica riporto le informazioni contenute nel blog di Mahony: e’ una malattia sconosciuta a molti ma purtroppo assai diffusa.

E’ una sindrome caratterizzata da dolori muscolari continui, spesso accompagnati da cefalea, gastrite, vertigini, dolori mandibolari, percezione degli stimoli esterni non adeguata (ad esempio si prende in mano una tazzina di caffe e sembra che scotti quando non e’ vero, oppure si ha una percezione amplificata di determinati rumori).

In genere si ha comunque una soglia del dolore molto bassa, che e’ la cosa che sicuramente costituisce il problema maggiore ed e’ cio’ che spinge a rivolgersi al medico (probabilmente nessuno si rivolgerebbe al proprio medico curante lamentandosi che sente il caffe’ scottare appena versato…). Spesso la malattia e’ invalidante: chi ne soffre non riesce a tenere in mano la padella per cucinare, a portare una borsa della spesa seppur leggera, e non sono rari i casi in cui non si riesce a camminare e neppure ad alzarsi dal letto per i dolori. Ma, io ad esempio, dalla Fibromialgia sono uscita, non è stato facile certo ma possibile.

Come? Con un ben definito percorso psicologico – presa di coscienza e rilassamento/meditazione – Alessandro Mahony mi ha accompagnata in questo lavoro; terapia posturale e auricoloterapia, grazie a Daniele Ugolini e disintossicazione/ terapia chelante con il Cellfood. E poi un grande, grandissimo lavoro personale, ricominciare a vivere è stato impegnativo tanto quanto curarmi. Quelli che Alessandro Mahony oggi definisce seminari o momenti di sensibilizzazioni, io li ho passati con lui nelle giornate dove eravamo impegnati a farci ascoltare.

Oggi posso permettermi di scrivere un altro libro, magari dal titolo “L’angelo senza bestia” – dove per angelo intendo il corpo di una persona che risulta priva di qualsiasi problema di salute, come il fibromialgico – ma preferisco, per il momento, occuparmi della situazione da un altro punto di vista. Ad esempio questo: correva l’anno 2010, il giorno 3 febbraio e il Senatore Pinzger presentava il disegno di legge 1993 dal titolo “Disposizioni per il riconoscimento, lo studio, la ricerca e la cura della malattia denominata fibromialgia o sindrome fibromialgica”, l’interrogazione o indignazione sorge spontanea, come mai da due anni il DDL langue tra i fumi del sito del Senato e nessuno si è mai preoccupato di spingere la discussione?

Il Senatore Pinzger ha presentato Disegni di Legge, interrogazioni scritte e ha fatto anche da relatore in diverse occasioni, gruppo UDC-SVP, circoscrizione del Trentino Alto Adige, è in carica da 6 anni e 131 giorni. Forse non mi sta simpatico perchè si è astenuto anche dal votare il riordino dei contributi all’editoria, ma ci si poteva aspettare di più da chi conosce il dramma dei fibromialgici visto che nella sua regione si sono adoperati per migliorare la loro posizione riconoscendo la patologia e addirittura dedicare ai malati l’esenzione del ticket.

Mentre aspettiamo che qualcuno raccolga il “povero” e ormai solitario DDL 1993, magari per “spolverarlo” un pochino, ecco i riferimenti di Alessandro Mahony: perchè magari a volte tra il dire e fare basta una mail: alessandro.mahony@libero.it, da contattare entro il 24 settembre per partecipare alle giornate del 13 o 14 ottobre.

Immagine anteprima YouTube


Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Fibromialgia, la bestia in libertà
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)