Mourinho: “ancora Inter prima o poi” Sport

Mourinho: “ancora Inter prima o poi”
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email




Lo “Special One” torna a spalancare le porte per un clamoroso ritorno ai nerazzurri dopo il rifiuto dello scorso gennaio. A fine stagione addio al Real Madrid
Mourinho: “ancora Inter prima o poi” 3

Josè Mourinho e Massimo Moratti

“A Madrid va tutto benissimo ma nella vita tutto cambia e tutto è possibile. Un giorno tornerò all’Inter. E’ la mia casa e se l’ho detto non è bugia”.

Josè Mourinho è concentrato sul suo Real Madrid e sul tentativo di conquistare la Champions League anche con le merengues, ma a giugno probabilmente dirà addio alla Spagna dopo tre stagioni.

All’orizzonte le “seconde nozze” con Massimo Moratti, o magari l’Inghilterra dove se lo contendono Chelsea e Manchester United. Senza dimenticare i ricchi magnati russi dell’Anzhi.

A gennaio Moratti gli aveva offerto di nuovo la panchina del club nerazzurro, con un contratto di due anni e opzione per un terzo, ma lui ha rifiutato. Forse perchè i dirigenti di via Durini non si sono rassegnati hanno investito sul giovane Andrea Stramaccioni senza blindare la panchina interista con un grosso nome e un contratto oneroso: quasi fosse un segnale che oltre la giusta politica dei giovani, il patron non ha perso la speranza di convincere – presto o tardi che sia – Mourinho.

L’Inter manca al portoghese ma lo Special One è troppo scaltro per non sapere che, rispetto ai suoi tempi, la squadra oggi è un cantiere aperto nel quale certe spese non sono più ammesse. Ieri c’erano Maicon, Lucio, Julio Cesar, Eto’o, e adesso la musica è cambiata.

E allora chi ha vinto tutto, a dispetto di una critica feroce e sempre spietata nei suoi confronti, accetterebbe di riprendersi l’Inter versione “low cost”?

Anche per uno come Josè che ama le grandi sfide, sarebbe forse troppo rischioso. O magari – come pensa invece qualcun’altro – è sin troppo scontato che Mourinho non tornerà mai più all’Inter e in Italia. E con lui il “mai dire mai” è d’obbligo.

“Critiche? Ci sono abituato, nel mondo del calcio sono criticato se dico bianco o se dico nero, se parlo dopo una partita o se sto zitto dopo una partita. Ogni tanto mi sento perso perchè non so che direzione devo prendere: sono sempre criticato, in qualunque caso, ma è il mio lavoro, anche se a volte non ho la certezza di essere rispettato. Sicuramente mi rispettano i miei giocatori, i miei figli e la mia famiglia. Il modo per ottenere il rispetto dei giocatori è innanzitutto rispettare loro. E io rispetto i calciatori piu’ di qualsiasi altra cosa nel calcio”.

Poi va dritto sul capitolo Inter. “Posso dire che all’Inter c’erano sette-otto giocatori argentini, una famiglia incredibile e un gruppo eccezionale. Non ho sentito, non ho mai sentito, assolutamente mai sentito, una famiglia come quella. Manco a quel gruppo? E loro mancano a me. Ci penso e ci penserò…”.

Immagine anteprima YouTube


Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Mourinho: “ancora Inter prima o poi”
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)