Jovetic, clausula e poi al Manchester City Sport

Jovetic, clausula e poi al Manchester City
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email




Il montenegrino della Fiorentina avrebbe già un accordo con i campioni d’Inghilterra per il 2013: Juve beffata?
Jovetic, clausula e poi al Manchester City 3

Stevan Jovetic

Molto più di semplici voci. Il Manchester City si muove e dà l’assalto a Stevan Jovetic. A quanto pare i Citizens sarebbero in forte pressing sulla Fiorentina per l’acquisto del talento montenegrino nel 2013. Pronti, per lui, i 30 milioni fissati dai viola come valutazione.

Fondamentale la volontà del giocatore, non del tutto convinto del progetto di restare in viola: si “sacrificherà” per una stagione ma non oltre.

Nel corso di quest’estate Jojo era stato a lungo nel mirino della Juventus, impegnata nella caccia al celebre top player. L’impossibilità di pareggiare la richiesta della Fiorentina (30 milioni) ha reso impossibile il matrimonio tra Jovetic e la Signora, ma non ha fatto cambiare idea al montenegrino.

Il suo passaggio al City è destinato ad avvenire tra un anno. Ma la Fiorentina, intanto, si sta muovendo per fissare una clausola rescissoria. Nelle idee della Fiorentina c’è l’idea di inserire nel contratto una clausola a tempo di questo tipo: 35 milioni di euro se l’offerta ufficiale arriverà non oltre il 1° giugno; 40 milioni di euro se l’offerta arriverà non oltre il 1° luglio; 45 milioni se la proposta arriverà non oltre il 15 luglio.

Se l’offerta dovesse invece arrivare dal 16 luglio in poi, non se ne farebbe di nulla visto che oltre quella data la società viola ritirerebbe il giocatore dal mercato.Il tutto per evitare di ritrovarsi poi in difficoltà nella ricerca di un suo degno sostituto.

La proposta della Fiorentina verrà poi sottoposta all’entourage di Jovetic che dovrà valutare se e come accettare questo tipo di formula. Non per tutti sarà però così. Alla Juventus mai, scrive il quotidiano. La volontà dei Della Valle è chiara. Non ci sarà nessun Baggio bis dopo lo sgarbo Berbatov. Meglio al City che alla Vecchia Signora.

Sempre il Corriere dello Sport, chiarisce un altro elemento sulla clausola rescissoria di Jovetic: La vecchia clausola, quella fissata un anno fa al rinnovo contrattuale fino al 2016, ma mai depositata il Lega, era e resta solo carta straccia.

L’attuale contratto di Jovetic con la Fiorentina scade nel 2016, e potrebbe essere ulteriormente allungato. Tuttavia, a quanto pare, per questo eventuale passaggio non se ne parla prima di gennaio.

La speranza della società viola è indipendentemente dall’inserimento nel contratto della clausola, quella di convincere Jovetic a rimanere un altro anno (o più) in viola anche al termine di questa stagione. Come? Vincendo, o quanto meno gettando le basi per provare a farlo. Un po’ come è successo questa estate, ad esempio. Tenerlo forzatamente, però, sarebbe inutile. Toccherà a lui dire si o no.

Un elemento per convincere Jovetic a rimanere in viola ancora a lungo potrebbe essere quello di riportare la Fiorentina ai vertici. E per farlo, scrive il quotidiano a firma Alessandro Rialti, la Fiorentina avrebbe un tesoretto da immettere immediatamente sul mercato. Tesoretto che sarebbe messo a disposizione di Pradè e Macia prima della eventuale partenza dello stesso Jovetic, elemento che potrebbe ulteriormente convincere il montenegrino a prolungare il suo rapporto con Firenze e la Fiorentina con l’ambizione di fare della squadra viola un club in grado di poter competere ai massimi livelli del nostro calcio.

Sono tanti i club che hanno deciso di utilizzare come formula contrattuale l’inserimento di una clausola rescissoria, scrive il Corriere dello Sport.

Ad esempio Rooney al Manchester United ne ha una di 30 milioni, Messi di 250 al Barcellona, Falcao 71,2 milioni, Iniesta 200 e Xavi 80 milioni. 250 per Ozil e 36 per Llorente, 65 per Neymar, Cavani 60. “La clausola svelenisce i rapporti – spiega Rinaldo Sagramola, amministratore delegato della Sampdoria – però in Italia dovrebbe pagarla il calciatore, al quale i soldi dovrebbe a sua volta darli la squadra che lo prende. In che modo? In conto salario, questo però determinerebbe un aumento della clausola stessa per via delle tasse”. In serie A non era una formula usata. A lanciare l’idea della clausola rescissoria anche in Italia fu nel 2009 Pantaleo Corvino con Felipe Melo.

E il pre-accordo con il Mancester City da far valere la prossima estate? «Non esistono precontratti con nessuno – chiarisce il ds della Viola, Daniele Pradè -. Jo Jo è un nostro giocatore e lo sarà fino alla fine della stagione. Il City? La famiglia Della Valle ha ottimi rapporti con la proprietà del club inglese, tutto qua».

Immagine anteprima YouTube


Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Jovetic, clausula e poi al Manchester City
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)