Befera: “vergogna dare colpa morti ad Equitalia”




Polemiche per le parole del direttore generale di Equitalia. Dalla platea di Atreju, alla festa del Pdl, qualcuno lo contesta ferocemente e viene “stoppato”
Befera: “vergogna dare colpa morti ad Equitalia” 1

Attilio Befera

E’ una “vergogna addebitare ad Equitalia queste cose”. Così il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, dal palco di Atreju, alla festa dei giovani del Pdl, rispondendo a chi lo contestava dalla platea ricordando gli imprenditori in crisi che si sono tolti la vita. Una contestazione subito stoppata dal palco.

Befera ha difeso i blitz nella lotta all’evasione fiscale: all’esponente del Pdl Renato Brunetta secondo cui i risultati dell’anno scorso sono stati “simili” a quelli che stanno arrivando quest’anno e senza la necessità del “fisco spettacolo”, il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha replicato che “la spettacolarizzazione serve per far sapere che lo Stato c’è e sta operando per la lotta all’evasione. I risultati di Cortina si vedono sui risultati dell’Iva, in un momento di recessione l’Iva sui beni ai consumi e sui servizi ai cittadini è aumentata2 grazie all’”emersione della base imponibile”.

Befera ha affermato che da quando ha ricoperto il ruolo di direttore generale, cioè dal 2008, gli è”stato consentito fare la lotta all’evasione” con il risultato di recuperare “13-14 miliardi nel 2011 e nel 2012″ e ha precisato: “io applico le leggi e non posso andare fuori dalle leggi”. Befera ha concluso affermando che chi evade “falsa la concorrenza” e questo in periodo di crisi “significa che chiudono imprese sane”.