L’importanza dell’occupazione femminile Economia, Società

L'importanza dell'occupazione femminile 3
L’importanza dell’occupazione femminile
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

L'importanza dell'occupazione femminile 4

L’Italia è il paese delle spaccature. Per storia, cultura e natura assistiamo continuamente allo spettacolo delle divisioni: nord e sud, uomini e donne, privilegiati e tartassati. Se nasci in una famiglia non privilegiata, se nasci al Sud e soprattutto se nasci donna dovrai lavorare duro per riuscire semplicemente ad essere indipendente.

In realtà questo non sarebbe neanche un argomento da dover affrontare, in tutte le democrazie moderne la donna ha pari opportunità rispetto all’uomo, non è un punto di vista discutibile o in qualche modo negoziabile. In Italia purtroppo le statistiche parlano chiaro: il 47% delle donne lavora a fronte del 66% degli uomini e tuttavia il dato rappresenta solo una media; se guardiamo ad esempio alle giovani donne del Sud (under 30) in cerca di occupazione, solo il 17% lavora, neppure una su cinque.

Perché c’è tanta disoccupazione femminile nella terza economia dell’Eurozona? Spesso si sente rispondere che in Italia le donne sono meno presenti sul mercato del lavoro per occuparsi della casa e dei figli. L’Italia ha un tasso di natalità troppo basso perché, conti alla mano, questa risposta possa essere verosimile. Probabilmente in Italia è la cultura sociale che – ancora arretrata – relega la donna ad un posto marginale nella società (appena il 5% dei posti manageriali sono attualmente occupati da donne) e la posiziona su un gradino più basso rispetto all’uomo.

L’economia sarà uno dei grandi temi delle elezioni politiche della prossima primavera e ci chiediamo – visto che le donne hanno pari diritto di voto – perché non orientino la propria preferenza verso chi ha intenzione di prendere a cuore finalmente dell’occupazione femminile, concretamente, togliendola a coloro che anche quando hanno promesso non hanno poi mantenuto la parola data.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
L’importanza dell’occupazione femminile
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)