iPhone 5, dopo due settimane di prova Scienza & Tech

Apple iPhone 5
iPhone 5, dopo due settimane di prova
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

l’iPhone 5, dopo due settimane dall’acquisto, mi ha conquistato: facile, veloce, e soprattutto comunica al suo possessore una serenità d’utilizzo in tutte le situazioni, anche grazie all’iOS 6.

Non voglio tessere le lodi dell’Iphone 5 con chissà quale fine pubblicitario (la Apple non sa nemmeno che esistiamo, per ora! ) ma semplicemente raccontarne le sensazioni dopo averlo utilizzato per oltre due settimane.

Non farò nemmeno particolari confronti fra l’iPhone 5 ed i suoi concorrenti (in primis il Samsung Galaxy III) in quanto non ci è capitato per le mani. Al massimo potremmo fare qualche raffronto con l’iPad 2 con il quale sto scrivendo, almeno per quanto riguarda alcune funzionalità comuni.

Ho acquistato un iPhone 5 dopo aver avuto un iPhone 3GS (ceduto ad un amico) ed essere passato al BlackBerry Bold. Perché questa scelta? Perché l’iPhone 3Gs aveva il vizio di perdere facilmente la connessione telefonica e siccome per mestiere devo passare molto tempo al telefono (spesso argomentando con grandi voli pindarici), interrompere il discorso è spesso frustrante oltreché potenzialmente dannoso.

Però mi sono preso un iPad 2: fantastico, utile, pratico, il tool del manager di alto livello.

Quindi potete capire quanto l’acquisto dell’iPhone 5 sia stato per me un passo fatto con un po’ di preoccupazione; innanzitutto per il prezzo che in Italia ha risentito dei costi elevati della supply chain, poi perché ero pienamente soddisfatto della combinazione BB+iPad2 ed avevo paura dei precedenti difetti del suo nonnino 3GS.

Con grande sorpresa mi sono accorto che l’iPhone 5 è tutt’altra cosa rispetto al 3GS: completamente diverso, totalmente un altro strumento. E ricordo che il 3GS era già magnifico (a parte i fastidi di cui sopra).

Già preso in mano fa un effetto diverso: non un giocattolino ma un oggetto importante, nei dettagli e nel peso. Lo metto normalmente (come gli altri cellulari…) nel taschino della giacca o nella tasca del jeans e nonostante sia un po’ più lungo, non se ne sente l’ingombro maggiorato.

Dopo due settimane, fra tasche piene di monete e di chiavi, nonché maltrattato con lanci sulla scrivania o, peggio, in caduta libera per la casa (iSaponetta…), l’iPhone 5 ha sempre mantenuto la sua integrità pur presentando righe qua e là sul dietro del telefono ma mai sul vetrino.

Ieri, dopo l’ultima caduta dal divano (al gol di De Rossi), temevo il peggio per l’angolo di caduta, ma per fortuna il vetrino non si è rotto ne crepato.

Apple iPhone 5

Apple iPhone 5

Oggi, invece, sono andato da Corso Vercelli al Duomo (fatta mille volte) ed ho provato queste criticate mappe: io non vedo alcuno dei problemi manifestati dagli utilizzatori americani dell’iPhone 5!

Sono andato esattamente dove volevo anche con percorsi più lunghi (la settimana scorsa da Milano a Bologna, poi a Roma e successivamente di nuovo a Milano) tenendo sia l’iPhone 5 che l’iPad 2 (aggiornato all’iOS 6) con le mappe Apple attive. Sono ottime, chiare, corrette e facili da utilizzare.

Sull’Iphone 5 le mappe sono facilmente utilizzabili grazie alla grandezza e alla definizione dello schermo (il display retina è nitidissimo) e, come dicevo prima, non solo non gli trovo difetti ma mi sono anche chiesto come facevo prima ad utilizzare quelle che c’erano!

Ho fatto poche fotografie perchè in realtà ancora mi devo abituare ad uno strumento facilmente maneggiabile che le fa: l’iPhone 5 scatta immagini davvero belle. Essendo abituato al BB (dove per fare le fotografie devi entrare dentro a diversi sottomenù) o all’iPad (che per fare le foto devi fare lo stupido con un padellone a mezz’altezza) ancora non riesco a farmi venire voglia di fotografare qualsiasi cosa. Prometto di scattare tante foto e di pubblicarle nel prossimo articolo.

Però le foto fatte sono davvero impressionanti per qualità e per dettaglio.

L’ultime due cose che ci tengo a dirvi sono relative al nuovo sistema di ricarica ed alle nuove cuffie. L’iPhone 5 presenta queste due novità di cui la prima mi è sembrata ‘scontata’, nel senso che la stranezza era nel precedente connettore largo e brutto. Adesso è stretto e pratico, in pieno stile Apple.

Le cuffie, invece, mi hanno davvero colpito: la qualità del suono è paragonabile a cuffie della Bang&Oluffsen pur avendo un prezzo inferiore (se le si comprano separatamente) e penso sia dovuto sia al design (che permette di entrare bene nel canale uditivo) che alla piccola apertura nel posteriore dell’elemento come se fosse un sistema di bass reflex. Sono talmente tanto ‘efficaci’ che non riesco a tenerle a volume massimo ascoltando la musica. A proposito, provate con la Tannhauser di Wagner, è meravigliosa!

Ma il test che maggiormente tenevo in considerazione è quello relativo alla continuità della connessione telefonica: in una scala da 1 a 10 lo metto a 8 perché qualche volta ho notato che al passaggio da zone coperte dal 3G a quelle coperte da 2G fa salire un silenzio glaciale nella conversazione. Però è ai livelli del BB, e quindi mi convince.

Siri è una rompiscatole. Brava, parla italiano e sa tutto, ma oltre a giocarci chiedendo le cose più assurde (come non potevo chiederle il significato della vita?) in realtà nell’uso nel traffico o camminando velocemente, si perde e non capisce cosa voglio. Forse parlo male e l’iPhone 5 non mi capisce… non lo so, ma direi che non la utilizzo molto. Sarà anche che sono un vecchietto poco paziente ed abituato a fare come San Tommaso, ovvero se non vedo (l’informazione, la mappa o altro) non credo!

Concludendo, l’iPhone 5 è il miglior oggetto tecnologico che abbia mai provato: veloce, brillante, funzionante e sopportabile come durata delle batterie. l’iOS 6 funziona bene anche se ogni tanto si infastidisce per alcune app chiudendole brutalmente (e fastidiosamente). Anche il sistema di aggiornamento fa un po’ i capricci: vi consiglio di aggiornare un’app per volta, altrimenti (soprattutto se iniziate l’aggiornamento in connessione 3G) si bloccano per giorni…. sistemeranno le cose con il prossimo aggiornamento.

Se ne consiglio l’acquisto? Dipende: avete da spendere 1 milione e 400 mila lire per averlo?

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
iPhone 5, dopo due settimane di prova
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)