Allarme per la crescita economica mondiale Economia, Società

Allarme per la crescita economica mondiale 3
Allarme per la crescita economica mondiale
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Allarme per la crescita economica mondiale 4Se la situazione economica italiana è tragica, sotto gli occhi di tutti, le cose non sembrano andare meglio nel resto del globo con una crescita rallentata anche nelle cosiddette economie emergenti. A dare l’allarme è stata la direttrice del fondo Monetario Internazionale, la francese Christine Lagarde. Il dito è stato puntato contro i paesi occidentali, dove la minaccia viene dall’innalzamento dei debiti pubblici, piaga che attanaglia soprattutto gli Stati dell’Unione Europea.

I dati sul debito pubblico sono emblematici e lasciano poco scampo a letture non catastrofistiche. Nel 2012, sommando i Pil della terra e i corredati debiti, si arriva a un allarmante 110% di quest’ultimi, segnando un nuovo record dopo la seconda guerra mondiale.

La Lagarde, poi, rivolgendosi in particolar modo alle economie occidentali e all’Eurozona, ha affermato che soltanto una giusta politica di risanamento e stimolo alla crescita, adottata dagli Stati e dalle istituzioni sovranazionali come l’Unione Europea, possono cambiare una situazione divenuta insostenibile.

Ma un altro punto critico riguarda le economie emergenti, i cosiddetti Brics. Finora i grandi paesi come Cina, India e Brasile hanno trainato un’economia globale fiaccata dalla crisi finanziaria del 2008. Dopo anni di prosperità, anche loro iniziano ad accusare i colpi per un Occidente non più prosperoso, e hanno anch’essi dei notevoli problemi interni. Le importazioni verso l’Europa e gli Stati Uniti, in calo, sono una delle cause del rallentamento.

L’economia stagnante è la causa principale della disoccupazione, piaga che colpisce tutte le realtà, a partire dal Vecchio continente.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Allarme per la crescita economica mondiale
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)