Sicilia al voto tra mille interrogativi Società

Sicilia al voto tra mille interrogativi 3
Sicilia al voto tra mille interrogativi
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Sicilia al voto tra mille interrogativi 4Tra pochi giorni si svolgeranno le elezioni regionali siciliane in un clima cheprobabilmente lascerà spazio a sorprese dell’ultima ora. Se regna l’incertezza su chi sarà il nuovo inquilino di Palazzo dei Normanni, la cosa certa è che per la prima volta l’isola non sosterrà Berlusconi, tanto che il Cavaliere sta valutando di non oltrepassare lo Stretto per dare il suo sostegno.

In realtà sono pochi gli esponenti del Pdl disposti ad affrontare i siciliani. Sembra un secolo fa, ma soltanto nel 2001 in Sicilia ci fu il famoso 61-0, dove il centrodestra si aggiudicò tutti i collegi elettorali, assicurandosi una corposa vittoria che portò Berlusconi a Palazzo Chigi.

Oggi il candidato Nello Musumeci, appoggiato dal Pdl e dagli esponenti politici legati a Totò Cuffaro, non sembra avere grandi chances, fiaccato dall’altra ala conservatrice che fa capo a Gianfranco Miccichè. Costui vede il sostegno della fazione di Lombardo ma anche dei finiani.

Se la situazione è ingarbugliata nel vecchio centro-destra oggi diviso, dall’altra parte corre per la vittoria Rosario Crocetta, icona progressista della lotta antimafia che vede il sostegno del Partito Democratico, di Pierferdinando Casini e del Partito Socialista Italiano.

Degli undici candidati alla presidenza della regione, infine, non possiamo dimenticare Giancarlo Cancelleri supportato dal Movimento 5 Stelle di un Beppe Grillo. Il comico genovese si è distinto per aver attraversato lo Stretto di Messina a nuoto alla “conquista” dell’isola, oltre ad aver tenuto un comizio sul fumante Etna. Sarà lui, ancora una volta, la vera novità elettorale?

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Sicilia al voto tra mille interrogativi
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)