Sondaggi politici in Italia: Pdl in forte calo

Sondaggi politici in Italia: Pdl in forte calo 1Il lunedì è il giorno dedicato ai sondaggi politici che tastano l’umore degli italiani sui partiti, e non solo. Quelli mostrati ieri in due autorevoli telegiornali del prime time, vale a dire il Tg3 delle ore 19:00 e il TgLa7 condotto da Mentana alle 20:00, mostrano inequivocabilmente la discesa a picco del Pdl. Il trend negativo prosegue anche dopo i tentativi di Berlusconi di fondare una lista “personale”.

Con le inevitabili differenze, dovute a diverse metodologie dei sondaggisti, si notano comunque le difficoltà di un partito che nel 2008 appariva invincibile, capace di fare il buono e il cattivo tempo in Parlamento e non solo.

Dietro a un Pd in ascesa, forte anche del dibattito sulle primarie che lo rende “aperto” a opinioni pluralistiche, non sorprende più la crescita del Movimento 5 Stelle, virtualmente seconda forza politica del paese e davanti al Popolo della Libertà.

I tentativi di arginare un’emorragia di voti che prosegue da mesi sono stati parecchi: dall’annunciata nuova discesa in campo del Cavaliere, che per l’occasione si era rifatto il look e perso molti chili anche con l’aiuto del soggiorno in Kenya da Briatore, all’improbabile opera di rottamazione intrapresa nei giorni scorsi da Daniela Santanchè.

Non hanno certamente aiutato gli scandali nella regione Lazio con protagonista Fiorito, o la caduta del “celeste” Formigoni in Lombardia, per non parlare della faida interna al partito tra gli ex An e coloro che provengono dalla vecchia Forza Italia.

Al Pdl, in questo momento oltre ai voti sembrano mancare le idee per risollevarsi, in vista delle elezioni politiche del 2013 che potrebbero vederlo a una percentuale irrisoria, se non addirittura sotto un altro nome.