Fornero: non dovete essere choosy Mondo, Società

Fornero: non dovete essere choosy
Fornero: non dovete essere choosy
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Fornero: non dovete essere choosySulla competenza del Ministro Elsa Fornero e la capacità di ricoprire il ruolo di “riformatore” nel complesso mercato del lavoro si può dibattere. Sicuramente il tecnico che presiede il Dicastero del Welfare non eccede in diplomazia, soprattutto quando si trova in difficoltà. Le sue celebri gaffe, che fanno infuriare il mondo giovanile fiaccato da una disoccupazione galoppante e un futuro incerto, la contraddistingueranno per sempre.

Come quella pronunciata su un palco di Torino, prima di dover abbandonare la scena per l’impossibilità di parlare dinanzi al coro di proteste.

Quel “non dovete essere choosy” ha fatto infuriare milioni di giovani, i quali non avendo mai fatto gli schizzinosi, ugualmente si trovano senza un lavoro.

La Fornero non è nuova ad affermazioni pesanti che ledono l’orgoglio dei ragazzi e di chi si trova indirettamente interessato ai provvedimenti del suo Ministero. Ed è forse il membro dell’esecutivo guidato da Mario Monti più al centro delle polemiche di questi ultimi mesi.

Celebri, infatti, furono le sue lacrime durante la conferenza stampa indetta per spiegare la riforma delle pensioni. Quel “sacrificio” non pronunciato poiché sopraffatto dalla commozione lasciava trapelare un cuore, dietro i tipici freddi atteggiamenti di un tecnico al governo.

Nei mesi seguenti, però, sono seguite altre situazioni in cui la Fornero si è trovata a fronteggiare proteste e indignazioni.

Il “caso Fornero” suggerisce che anche il più duro degli interventi, volto a risanare i conti pubblici e a rimetterci sulla retta via, viene digerito meglio se comunicato nel giusto modo.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Fornero: non dovete essere choosy
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)