Elezioni Usa: come funzionano Mondo

Elezioni Usa: come funzionano 3
Elezioni Usa: come funzionano
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Elezioni Usa: come funzionano 4Domani sarà finalmente il giorno che l’America e tutto il mondo stanno attendendo da mesi: l’election day del 6 novembre deciderà il nuovo inquilino alla Casa Bianca per i prossimi quattro anni. Nelle ultime settimane non sono mancati sondaggi, curiosità e opinioni riguardanti l’attuale Presidente e lo sfidante repubblicano Mitt Romney. A meno di 24 ore dal voto, Obama sembra in leggero vantaggio a livello nazionale e in alcuni degli Stati chiave che decideranno le sorti delle elezioni. Ma vediamo come funziona il sistema elettorale americano, per non trovarsi “impreparati” dinanzi alle trasmissioni che invaderanno nelle prossime ore la televisione italiana, tra speciali e non stop notturne.

A differenza della Francia e di altri paesi a elezione diretta del Presidente, negli Usa sono i grandi elettori a nominare l’uomo più potente del mondo, attraverso un meccanismo di ripartizione in base alla popolosità degli Stati: la grande California ne fornisce ben 53, contro il solo uno del Montana. Per vincere, Obama o Romney dovranno conquistare 270 grandi elettori, che è la maggioranza rispetto ai 538 complessivi.

La campagna elettorale più cruenta si svolge nei cosiddetti “swing States”, ossia negli Stati in bilico dove lo scarto tra i due partiti è veramente minimo. A differenza degli altri che sono fortemente democratici o repubblicani, quindi praticamente già assegnati.

La situazione attuale vede 9 Stati in bilico, i più importanti dei quali sono l’Ohio e la Florida. Il primo, in particolare, è considerato il vero ago della bilancia e nessun Presidente ha mai vinto senza prima aver conquistato i 18 voti di questo complesso Stato.

A differenza del 2008, nelle elezioni USA 2012 Barack Obama dovrà guadagnarsi faticosamente la rielezione, e gli esperti non escludono che la questione si risolverà in un pugno di voti. Emulando la situazione del 2000, quando Bush vinse per una manciata di preferenze su Al Gore nello Stato della Florida.

Oltre alle elezioni presidenziali, gli americani dovranno rieleggere la Camera dei Rappresentanti, un terzo del Senato e ben undici governatori, per una giornata elettorale davvero intensa!

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Elezioni Usa: come funzionano
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)