Le Farc e il “difficile” rapporto con la Colombia Mondo

Le Farc e il “difficile” rapporto con la Colombia 3
Le Farc e il “difficile” rapporto con la Colombia
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Le Farc e il “difficile” rapporto con la Colombia 4L’ennesimo tentativo di ristabilire un colloquio pacifico tra il governo colombiano e le Farc, è alla base dell’incontro previsto a Cuba in questi giorni. L’incontro segue i negoziati di Oslo dello scorso mese, ma le speranze di sanare un conflitto interno al Paese sudamericano sono ridotte al lumicino.

Le Farc, letteralmente Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia, sono un’organizzazione di stampo marxista-leninista che usa il metodo della guerriglia per affermare i propri ideali. Esistente in Colombia fin dal 1964, hanno come scopo principale quello di affermare il principio della democrazia socialista, per supportare le fasce più povere della popolazione.

Fin dalla loro nascita, lo scontro con il governo di Bogotà è stato, in realtà, tra due visioni del mondo: quella socialista già “brevettata” in Stati come Cuba o Russia, e l’altra liberista capitanata dagli Stati Uniti d’America. Proprio gli Usa hanno appoggiato, fin dall’inizio, le istituzioni colombiane per reprimere le Farc.

L’incontro de L’Avana segue i negoziati avviati a Oslo lo scorso ottobre, quando le due delegazioni si sono incontrate per la prima volta dopo dieci anni. Artefici del dialogo sono altri due Paesi americani: Cuba, che trarrebbe dei notevoli benefici da questi incontri, mentre il Venezuela è un nemico storico della Colombia e da sempre favorevole alle ragioni dei guerriglieri.

La questione delle Farc colombiane è la più longeva tra i focolai di guerra esistenti nel mondo, e negli anni ha mietuto vittime e destabilizzato gli equilibri geopolitici nel continente sudamericano.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Le Farc e il “difficile” rapporto con la Colombia
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)