Sanità pubblica italiana a rischio Salute, Società

Sanità pubblica a rischio
Sanità pubblica italiana a rischio
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Sanità pubblica a rischioMolti osservatori dotati di schietto realismo avevano pronosticato uno scenario del genere, in tempi di vacche magre e con la difficoltà di reperire denaro pubblico: il Servizio Sanitario Nazionale, fiore all’occhiello del welfare state degli ultimi decenni in Europa, rischia di cedere dinanzi alla crisi economica e alle difficoltà che sta attraversando il nostro Paese.

Ad annunciarlo, con il consueto gelido pragmatismo con cui ci ha abituati, è il premier Mario Monti durante un intervento pubblico. L’allarme riguarda l’impossibilità di poter sostenere economicamente la sanità pubblica, e lo stesso Presidente del Consiglio ha paventato l’ipotesi di dover reperire nuove fonti per sostenere ospedali e cure mediche per tutti.

L’avvertimento di Monti sul rischio di default della sanità italiana non è certamente passato inosservato, scatenando le reazioni del Partito Democratico, nella persona del segretario Bersani e di Ignazio Marino, presidente della Commissione d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale.

Quest’ultimo, pur trovandosi d’accordo sul rischio concreto di una mancanza di fondi e sulla necessità di ridurre gli sprechi e ottimizzare le spese, ha intimato all’esecutivo di non introdurre nuove tasse a carico dei cittadini.

Sulle ricette per fronteggiare le debolezze economiche della sanità italiana ci sono vari scenari, per taluni tragici, come l’introduzione dei finanziamenti dei privati, che di fatto vorrebbe dire addio a ospedali puramente pubblici e servizi forniti interamente dallo Stato.

Più suggestiva che reale appare, per il momento, l’ipotesi dell’assicurazione sanitaria di stampo americano. Risulterebbe un paradosso, laddove al di là dell’oceano la riforma sanitaria di Obama ha tentato di avvicinarsi ai modelli europei e italiani!

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Sanità pubblica italiana a rischio
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)