Gas serra: nuovo picco nel 2011 Salute

Gas serra: nuovo picco nel 2011  3
Gas serra: nuovo picco nel 2011
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)
Plusone Facebook Pinterest Twitter Email

Si pensava che con la minore produzione industriale nei Paesi occidentali, in seguito alla crisi economica, almeno il clima ne traesse beneficio. Non è dello stesso avviso l’Onu, che tramite l’agenzia dedicata alle rilevazioni meteo ha riscontrato il massimo picco mai registrato di CO2.

Il dato sembra non preoccupare più di tanto la comunità internazionale, che non trova un accordo per la riduzione del gas serra.

I dati raccolti dal massimo organismo internazionale non lasciano scampo: nel corso del 2011 è stata raggiunta la quota di 473 parti per milione di anidride carbonica. Una quantità che affievolisce le difese dell’atmosfera contro i raggi solari, responsabili del riscaldamento della Terra e dei conseguenti mutamenti climatici.

Oltre a questi dati non propriamente confortanti, l’Onu ricorda che dalla metà del diciottesimo secolo, cioè da quando è iniziata la rivoluzione industriale, l’atmosfera ha accumulato ben 375 miliardi di tonnellate di anidride carbonica, e soltanto la metà è stata in qualche modo smaltita naturalmente. La restante quantità genererà gli effetti negativi tristemente noti, come l’aumento progressivo delle temperature medie e l’innalzamento del livello del mare.

Gas serra: nuovo picco nel 2011  4Se le politiche volte a ridurre le emissioni di CO2, seppur lentamente, hanno indotto i Paesi occidentali a una reale diminuzione, sono le economie cosiddette emergenti a non tenere conto dei danni prodotti all’ambiente: la Cina e l’India nel 2011 hanno accresciuto l’immissione di anidride carbonica di alcuni punti percentuali, incuranti della Terra e soltanto con lo scopo di aumentare i rispettivi Pil nazionali.

Le previsioni in questo campo, seppur al limite della fantascienza, avvertono che tenersi entro i due gradi centigradi di riscaldamento globale limiterebbe fortemente gli effetti negativi; ma ciò è lontano dalla realtà, con Stati poco propensi a regolamentare la produzione di CO2 in nome della famigerata crescita economica.

Plusone Facebook Pinterest Twitter Email
Gas serra: nuovo picco nel 2011
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)